FAQ

Il cioccolato di Camille Bloch è senza glutine ?

Tutte le specialità a base di cioccolato di Camille Bloch sono considerate senza glutine conformemente all’ordinanza svizzera sulle derrate alimentari (ovvero l’ordinanza sulla caratterizzazione e la pubblicità delle derrate alimentari).

Il cioccolato di Camille Bloch è senza lattosio ?

Nella preparazione delle nostre specialità di cioccolato viene utilizzato latte in polvere. Tutti i nostri prodotti contengono pertanto lattosio o possono contenerne tracce. Suggeriamo agli allergici al lattosio di evitarne il consumo.

Sono allergico alle arachidi. Posso mangiare lo stesso il cioccolato di Camille Bloch ?

Il nostro cioccolato non contiene nessun tipo di arachidi o di derivati come il burro di arachidi. Potete quindi gustarvi le specialità di Camille Bloch senza porvi alcun problema.

Quali allergeni possono essere contenuti nel cioccolato di Camille Bloch ?

Tutte le nostre specialità possono contenere frutta secca con guscio (mandorle, nocciole), lattosio e soia o relative tracce.

Sul mio cioccolato ho riscontrato un velo chiaro. Cosa lo provoca ?

Si tratta in questo caso di uno strato grasso che si crea in superficie a causa di sbalzi di temperatura. Ad alte temperature il grasso contenuto fonde, mentre si cristallizza a temperature più basse formando sulla superficie uno strato sottile e chiaro. Il cioccolato non ha più un aspetto piacevole, ma può essere mangiato tranquillamente. La temperatura di conservazione ideale per il cioccolato è compresa tra i 16° e i 19°C. All’interno del nostro stabilimento vengono eseguiti regolarmente rigorosi controlli di qualità. Una volta uscito dalla fabbrica, non abbiamo più alcun influsso sulle condizioni di trasporto e di conservazione del cioccolato.

Da dove proviene il cacao che viene utilizzato per i prodotti Camille Bloch ?

La qualità delle materie prime ha la massima priorità nella produzione delle nostre specialità al cioccolato. Il nostro cacao lo acquistiamo in Ghana (Africa occidentale) e nell’Ecuador (Sudamerica). Dal 2011 collaboriamo in Ghana con l’organizzazione «Sourcetrust». Si tratta di un’organizzazione no-profit che fornisce assistenza ai coltivatori di cacao sul posto incentivando una coltivazione sostenibile, ecologica e socialmente compatibile (Link: www.sourcetrust.org).
I nostri esperti vanno a visitare personalmente le zone di coltivazione, in modo da farsi un’idea sul posto delle condizioni di coltivazione.

Quali grassi vegetali vengono utilizzati per la specialità di Camille Bloch ?

Per ottenere l’inconfondibile consistenza vellutata dei ripieni delle specialità come Ragusa e Torino, è indispensabile l’inserzione limitata di grassi vegetali. Utilizziamo esclusivamente grassi non idrogenati, rinunciando ai cosiddetti grassi trans.

Fino a 2013, per i propri prodotti Camille Bloch SA utilizzava, oltre al burro di cacao, olio di palma certificato RSPO (vedere www.rspo.org). Quest’ultimo sta venendo gradualmente sostituito da una mistura di grassa di cocco e burro di cacao, la quale offre certi vantaggi rispetto ad altre grasse vegetali. Nello sviluppo delle nostre ricette sono sempre determinanti i fattori come il rispetto dell’ambiente, l’immagine dei nostri prodotti e la salute dei consommatori.